10 Cose Uniche da Fare a Rione Monti a Roma

Il Rione Monti è diventato di recente un quartiere trendy di Roma, un mix di antichità, moda con atelier di spessore, ristoranti e bar con una storia centenaria.
Un tempo area superaffollata e popolata da cittadini di estrazione sociale inferiore, il Rione Monti si è evoluto fino a divenire uno dei cuori pulsanti di Roma, frequentato giornalmente da un numero indecifrabile di turisti.
La posizione ideale a pochi passi dai Fori e il Colosseo lo rende insieme alla zona di Trastevere un quartiere di grande interesse culturale ed artistico, più centrale e meno periferico di Trastevere.
Ad enfatizzare la bellezza del quartiere Monti è la struttura urbanistica che conferisce al quartiere un aspetto retrò, come se il tempo si fosse fermato, grazie alla presenza delle insegne originali dei negozi e taverne site in loco nonché a stradine strette percorribili a piedi e a palazzoni che ricoprono l’area quasi ad accerchiare il quartiere con fronzoli ed un’architettura dal sapore di storia.
Il Rione ha una collocazione geograficamente interessante che gli ha appunti valso l’appellativo di Rione Monti, esso è al centro dei tre colli della capitale romana (Esquilino, Viminale e Quirinale) quasi come in un abbraccio fatto di rocce.
A chi fosse interessato a visitare il Rione Monti, il consiglio è cercare di fare un percorso a piedi al fine di ammirare la bellezza delle viuzze in cui è avvolto e snoda il Rione nel condurre alle principali attrazioni monumentali, architettoniche nonché taverne, negozi e botteghe che caratterizzano il quartiere.
Giunti in questo antico quartiere è possibile risiedere in una location centrale e in una posizione strategica in cui sentirsi proiettati nella Roma dei gladiatori ed imperatori, grazie alla Residenza Sette Sale, in cui è semplice locare una casa vacanza a pochi passi dal Colosseo.

Per non perdere nulla ecco 10 proposte su cose uniche da fare a Rione Monti per un soggiorno alternativo all’insegna della cultura, dello star bene e della buona cucina per allietare ogni senso dalla vista, al tatto allo stesso palato.
N.B: Non menzioniamo qui dando per scontata una visita al Colosseo.

1. Museo dei Fori Imperiali

Il Museo dei Fori imperiali è una tappa d’obbligo per chi si reca in visita al Rione Monti dislocato in Via IV Novembre 94, trattasi di un luogo culturalmente interessante per chi ma la bella arte.
La peculiarità del museo è che lo stesso si erge sulla storia ossia nel complesso dei Fori Romani.
Bastano pochi passi per rivivere i tempi della Roma di Augusto e Traiano tra i resti di una storia ricordata a livello mondiale.
Il prezzo di accesso ai musei prevede sconti per i bambini e per le visite di gruppo, in ogni caso il basso costo rende l’ingresso fattibile.
Tra le stanze dei Fori Imperiali si consiglia di visitare la stanza delle Anfore, in cui sono conservati tantissimi modelli di Anfore appartenenti alle epoche imperiali, sembra quasi di odorare il vino che soleva riempire queste Anfore e sentire l’allegria delle feste romane.
Merita, altresì, di essere visitata la Torre delle Milizie, eretta nell’area esterna ai Fori, si tratta di un complesso di un certo spessore, un’opera di architettura davvero unica!
Per concludere la visita in modo da immergersi totalmente nell’atmosfera imperale, si consiglia una passeggiata sulla Via Biberatica, come solevano fare gli antichi romani, la stradina collegava le botteghe e i negozi presenti sul territorio all’epoca degli antichi splendori dell’Impero romano.
Questa strada realizzata con basoli si erge al di sopra dei Fori.

2. Chiese: San Pietro in Vicoli, Basilica di San Giovanni in Laterano e Santa Maria Maggiore

Si può pensare: okay ecco come consiglio la solita chiesa, ma in realtà qui si parla non della classica struttura ecclesiale in quanto San Pietro in Vicoli è un agglomerato di arte ed antichità.
San Pietro nei Vicoli rappresenta una delle costruzioni religiose più famose nel mondo, in essa sono preservati tesori artistici di notevole rilievo come il Mosè di Michelangelo, tra le opere migliori del maestro.
Si tratta di una scultura realizzata con una tecnica così realistica da poter addirittura percepire le vene sul braccio di Mosè quasi a dargli vita.
Nel cuore della Basilica trovano riposo Giulio II nonché le vincula ossia le catene di San Pietro, la cui presenza ha dato il nome alla Basilica.

Analogo discorso, per bellezza, arte e storia può essere fatto per altre due Basiliche che si consiglia di far visita quella di San Giovanni in Laterano e di Santa Maria Maggiore.
Queste due Basiliche hanno svolto un ruolo sociale per la sopravvivenza del Rione Monti.
A seguito del disservizio degli acquedotti presenti nell’area, il popolo fu costretto a rifornirsi di acqua direttamente dal Tevere, lontani dalla sede centrale in cui risiedeva il Papa ossia il Vaticano, queste due Basiliche riuscirono a conservare lo spirito cattolico del popolo e a far sì di creare da collante ad un quartiere destinato a sfasciarsi.

3. Viuzze e calli affascinanti

Un’attrazione che si avrà sotto gli occhi recandosi al Rione Monti in visita sono le viuzze entro cui si articola il Rione Monti.
Le stradine conferiscono al quartiere un’atmosfera magica, segreta ed intima grazie al gioco di luci dei lampioni.
Essi danno quel senso di magia ad una Roma che sembra non aveva lasciato le bellezze del suo passato.
Si può, addirittura sostenere che in queste viuzze, persino chi conosce bene la città, perché vi è residente, si sente trasportato in un tempo che fu.

Tra le vie principali merita di essere percorsa la Via Panisperna, conosciuta per essere tra le vie di eccellenza del Rione Monti.
La via è un mix tra roccia e verde, l’edera avvolge le strutture dei palazzi e gli conferiscono un’atmosfera di magia, grazie alla presenza come sfondo della basilica di Santa Maria Maggiore.
Sembra quasi un quadro, una cartolina in movimento.

Stessa magia per Via dei Neofiti, qui a farla da padrona sono le piccole botteghe e negozi che con le loro insegne originali creano un’immagine unica, oltre ad offrire la possibilità di degustare piatti della tradizione nonché acquistare oggetti realizzati tutti a mano dagli artigiani locali.
Infine, si consiglia una camminata alla Salita dei Borgia, in cui l’edera scivola sulla scalinata avvolgendo la stessa e accompagnando una salita che conduce all’altra attrazione nel paragrafo precedente citata: il Mosè di Michelangelo.

4. Piazza Madonna dei Monti

Piazza Madonna dei Monti è la zona di incontro e socializzazione del quartiere, un’area di riferimento in cui giovani amano darsi appuntamento per organizzare le proprie serate.
Qui si disloca la moovida del Rione Monti grazie alla presenza si molti punti di ristoro come ristoranti e pub.
Tuttavia, anche qui la storia primeggia, al centro della piazza si erge una fontana realizzata ne 1595, appellata come Fontana Monti, spesso usata in modo non consono dai turisti, i quali usano tuffarsi al suo interno.

5. Piazza degli Zingari

Non poco distante dalla caotica Piazza dei Monti, si disloca in un piccolo quadrato di città nel Rione Monti, Piazza degli Zingari, creata a misura di famiglia e per chi cerca un angolo in cui ristorarsi con un buon caffè o bicchiere di vino.

L’area familiare, la rende un punto nevralgico per chi dopo una pedalata cerca un attimo di riposo, come si può notare dalle tante bici che si intravedono parcheggiate al centro della piazza.

6. Mercato Monti

Sembra di essere a Londra nello storico mercato di Portobello Road, ma rimanendo nel Rione Monti nei pressi di Via Leonia si ha la possibilità di accedere ad un meraviglioso mercato dell’usato e del vintage noto come Mercato Monti.

Dall’abbigliamento all’oggettistica tante bancarelle del made in Italy in cui acquistare oggetti unici e rari.
Quasi ogni sabato il mercato intrattiene tantissimi romani e turisti, una vera attrattiva per gli amanti dello shopping su bancarella.

6. Fatevi traspostare dalla politica e dalla storia

Il Rione monti è sede di 2 luoghi importanti della politica: il palazzo del Viminale, sede del ministero dell’interno, ed il Palazzo Koch, sede della Banca d’ Italia.

Non basta? Qui troverete anche il Palazzo Brancaccio, edificio nobiliare in stile barocco, ora famoso per cerimonie e ricevimenti. Ai confini del Rione Monti troverete anche il Palazzo Laterano, antica reggia papale oggi sede del museo storico del Vaticano e di alcuni suoi uffici.

Consigliamo infine una passeggiata lungo la Scalinata o Salita dei Borgi, un incantevole passaggio del XIII secolo in mezzo al quartiere, che unisce via Cavour alla Basilica di San Pietro in Vincoli.

Particolarmente consigliata in primavera qui la tradizione vuole che siano avvenuti due omicidi “storici”; uno del sesto re di Roma, Servio Tullio, per mano del settimo re di Roma, Tarquinio il Superbo, e il secondo Don Juan, per mano del fratello Cesare Borgia.

7.Colle Palatino

Caratteristica della città di Roma sono i colli, come si è avuto modo di dire in premessa, Rione Monti è così denominato perché avvolto tra i monti della bella capitale.
Andare nel quartiere implica una visita ad uno dei colli più belli di Roma: Colle Palatino, nei pressi del Foro Romano, rappresenta uno dei luoghi più importanti della zona per rilevanza storica.
Per il popolo romano il Colle è il luogo a cui si attribuisce l’origine della stessa città, si narra che sullo stesso la Lupa avesse allattato Romolo e Remo, fondatori di Roma.
Sede di numerosi ritrovi archeologici.

8.Terme di Caracalla

Le Terme di Caracalla si distinguono dalle ordinarie location destinate all’attività di terme in quanto esse risalgono ai tempi dell‘Impero romano, conservate negli anni, e rimodernizzate in alcuni aspetti, permettono un soggiorno di relax e benessere utilizzando una location che aveva visto nomi di rilievo dell‘Impero romano ristorarsi.
Terme pubbliche rappresentano a tutt’oggi un luogo di attrazione per i turisti.

9.Palazzo delle Esposizioni

Palazzo delle Esposizioni è una struttura adibita a museo realizzato secondo uno stile neoclassico risalente all’epoca del 1883.
Trattandosi di una sala espositiva, qui le mostre si alternano su diversi temi, ospitando spesso e volentieri opere di maestri moderni nonché di notevoli scultori e pittori che hanno fatto storia dell’arte nelle epoche passate.
Arte nell’arte verrebbe da dire.

10.Punti di ristoro

Roma è nota per la sua arte culinaria, qui è possibile assaggiare ricette tipiche della tradizione romana come la carbonara.
La Carbonara è il nome che si fregia di avere una location datata 1906, che si trova nei pressi del Rione Monti.
Qui è possibile deliziare il proprio palato con una carbonara della tradizione e con altri piatti tipici come i carciofi.

Se oltre il salato e primi piatti si abbia, poi, voglia di un gelato alternativo, merita un salto, la gelateria Fata Morgana, che sulla tradizione di Re Artù, si erge presso la Piazza degli Zingari, e offre gusti tradizionali e mix davvero eccentrici tra salato e dolce.
Chi volesse fare un aperitivo o prendere un drink post-serata, deve recarsi alla Libreria Caffé Bohemien, come per le caffetterie letterarie, qui è possibile degustare un drink leggendo un buon libro. Arredato in modo vintage, il Caffè è molto suggestivo e particolare.

EXTRA TIP: Sulla scorta della Dolce Vita sicuramente un’idea unica per visitare il quartiere del Rione Monti è noleggiare uno degli scooter o vespa messa a disposizione.
Il giro sulle due ruote regalerà emozioni meravigliose, in uno stile retrò, si potrà respirare l’atmosfera di Roma sentendosi in un film del cinema bianco e nero.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi