Un viaggio da sogno: ecco la Polinesia

Un viaggio da sogno: ecco la Polinesia

Tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo sognato e/o idealizzato una vacanza da fare in terre incontaminate dove la natura la fa da padrone. Magari in riva al mare, circondati da sabbia bianca, acque limpidissime, amache che si dondolano tra gli alberi e magari, perché no, anche un bel cocktail a fare da contorno ad uno scenario a dir poco fantastico. 

Tra le mete più ambite, se si vuol fare un viaggio di questo tipo, impossibile non citare lo spettacolo che ci offre la regione oceanica: Micronesia, Melanesia ma soprattutto Polinesia rappresentano annualmente le mete preferite dei viaggiatori di tutto il mondo. 

Etimologicamente parlando il termine Polinesia significa ‘tante isole’: infatti, la peculiarità di questo tratto di paradiso, è proprio questa ovvero l’insieme di tante isole più o meno distanti l’una dall’altra. 

Quali sono le isole? 

Ma quali sono, nel dettaglio, le tante isole che compongono la Polinesia? Ecco una lista di quelle ritenute le più belle o quanto meno quelle maggiormente scelte da chi viaggia:  

  • Bora Bora: è considerata la ‘Perla del Pacifico’ ed è probabilmente la meta più ambita. Ha una sabbia pura e cristallina ed è composta da tanti motu ovvero tanti piccoli isolotti privati; 

  • Fakarwa: è uno degli atolli più affascinanti ed è un reale paradiso di flora e fauna ed ha un perimetro rettangolare; 

  • Huahine: la peculiarità risiede nell’assoluta vicinanza di due isole che sono divise da un piccolissimo tratto di mare che, quando presente la bassa marea, lascia lo spazio alla sabbia; 

  • Tahiti: è dal punto di vista di grandezza quella con la superficie più estesa ed è, un po' come Bora Bora, l’isola con maggiore affluenza di turisti; 

  • Tahaa: è l’isola dove i riti, gli usi e costumi del luogo si sono maggiormente conservati intatti nonostante l’incessante passare degli anni. 

Lo strano caso di Motu Teta  

Ma in tutto questo, nonostante siano posti assolutamente fantastici la mano un po' ‘particolare’ dell’uomo non può mancare. Esistono atolli, infatti, che risultano essere privati ovvero di proprietà di una singola persona: è il caso di Tetiaroa che ha un unico abitante ovvero Simon Brando, figlio dell’attore Marlon. 

Un’altra isola, invece, quella di Motu Teta è attualmente in vendita al modico prezzo di 2,5 milioni di euro: nell’offerta, oltre l’isola stessa, è incluso un bungalow che funge da abitazione per chi decidesse di acquistarla. 
In linea di massima, comunque, l’isola può ospitare un massimo di dieci persone circa (sei adulti e quattro bambini).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi