I 5 trekking più belli d’Italia

In Italia sono disponibili percorsi per il trekking semplicemente meravigliosi. Sono percorsi suggestivi che permettono di andare alla scoperta di panorami mozzafiato e di una natura ancora oggi incontaminata. Sono percorsi ideali per chi ha bisogno di staccare la spina, per chi vuole rimettersi in contatto con il mondo e con se stesso, per chi, della frenesia della vita contemporanea, ne ha abbastanza. Ne abbiamo selezionati per te 5. A nostro avviso sono i trekking più belli d’Italia!

 

Sentiero Viel del Pan 

Tra i trekking più belli d’Italia ci sentiamo in dovere di inserire il Sentiero Viel del Pan, in Trentino Alto Adige e in Veneto, ideale per i mesi estivi. Questo percorso consente di osservare in modo impeccabile la Marmolada, che è una tra le montagne più famose delle Dolomiti.

Si parte da Canazei, vicino all'impianto Belvedere. Da qui inizia un percorso ben segnalato che consente di arrivare sino a 2450 metri sopra al livello del mare. Il percorso necessita di circa 3 ore di tempo, solo andata, per poter essere compiuto, un percorso che non è poi così difficile e adatto quindi per tutti, anche per chi è alle prime armi. Il bello poi è che sul sentiero o nei suoi pressi si incontrano molti rifugi. I rifugi sono perfetti per delle pause rilassanti, per ricaricare le energie, per gustare qualche prelibatezza della zona. 

 

Greenway del Lario

Greenway del Lario è un percorso di trekking che si snoda tra Colonno e Cadenabbia, percorrendo la sponda occidentale del Lago di Como. È un percorso abbastanza breve, appena infatti 10,5 chilometri di lunghezza. Il bello poi è che è accessibile da molti diversi punti. Ognuno quindi può scegliere quale tratto percorrere e quale sia la lunghezza più adatta per la propria preparazione fisica e per il tempo che ha a disposizione. Proprio per questo motivo è una scelta spesso fatta anche dalle famiglie con bambini al seguito. Permette di immergersi in un panorama meraviglioso, con gli occhi sempre puntati sulle placide acque del lago!

 

La via Francigena tra Toscana e Lazio 

La via Francigena fa parte di un percorso di pellegrinaggio molto lungo e scelto ogni anno da centinaia e centinaia di pellegrini, percorso che da Canterbury raggiungere Roma. Noi consigliamo il tratto della via Francigena che dalla Toscana arriva nel Lazio, un trekking questo che permette di andare alla scoperta di luoghi semplicemente meravigliosi. Unica pecca di questo trekking, è che si tratta di un percorso oggi proprio come un tempo molto frequentato. È facile ritrovarsi quindi insieme a molti altri pellegrini. Chi è alla ricerca quindi di una zona silenziosa e della solitudine, forse dovrebbe fare una scelta di altra tipologia. 

 

Il Sentiero degli Dei 

Tra gli altri meravigliosi trekking che è possibile intraprendere in Italia, dobbiamo ricordare il sentiero degli dei, da Bomerano a Positano, nella sua parte più alta. È un sentiero di circa 2 ore e mezza di cammino che permette di avere una vista sul mare meravigliosa, ricca di fascino, capace di lasciare tutti a bocca aperta per lo stupore. È un sentiero perfetto da intraprendere nelle prime ore del mattino o al tramonto, per evitare di avere il sole sempre sugli occhi, per far sì che il panorama circostante si vesta di colori tenui, delicati, romantici.

Il sentiero degli dei non è lungo e non è neanche particolarmente complesso. È comunque bene avere un po’ di preparazione fisica ed essere pronti a farsi una bella sudata. È un sentiero ben segnalato, ma è necessario comunque avere con sé una mappa. Questo perché dal sentiero principale partono molti altri sentieri secondari e potrebbe quindi essere semplice perdersi o comunque sbagliare rotta.

 

La Valle di Selvaromana

L’ultimo trekking che ci sentiamo in dovere di segnalare tra i migliori d’Italia si trova in Abruzzo. Stiamo parlando della Valle di Selvaromana, un sentiero che è impegnativo, adatto per le persone quindi più preparate fisicamente. È un sentiero suggestivo, che permette di scoprire boschi e vallate, canyon suggestivi, distese verdeggianti. È anche possibile incontrare molti animali sul proprio cammino, come i camosci ad esempio. 

Vi ricordiamo sempre di affrontare questi itinerari trekking attrezzati di tutto punto. Con abbigliamento e calzature idonee. Non sottovalutate, negli itinerari ad alta quota, di indossare dei calzettoni da montagna, per proteggersi dalle basse temperature serali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi