5 borghi della Toscana da raggiungere noleggiando un auto - - WoW Travel

5 borghi della Toscana da raggiungere noleggiando un auto

La Toscana, con i suoi paesaggi incantevoli e i borghi ricchi di storia, offre un'esperienza di viaggio indimenticabile che si svela appieno quando esplorata in libertà.

Noleggiare un'auto si rivela una scelta eccellente per chi desidera immergersi completamente nella cultura e nelle tradizioni di questa splendida regione italiana. Con un veicolo a disposizione, i visitatori possono deviare dai percorsi turistici convenzionali per scoprire angoli nascosti e borghi meno accessibili, dove il tempo sembra essersi fermato.

Oltre alla comodità di viaggiare secondo i propri tempi, il noleggio di un'auto permette di vivere esperienze più autentiche, facendo sosta nei piccoli ristoranti di campagna, visitando cantine locali e partecipando a festività che solo i residenti conoscono.

Questo articolo esplorerà cinque borghi toscani che meritano di essere visitati, ciascuno con la sua unicità, raggiungibili comodamente in auto per godere pienamente delle loro bellezze e peculiarità.

 

Consigli per noleggiare un'auto in Italia

Noleggiare un'auto in Italia può trasformare un semplice viaggio in una vera e propria avventura, permettendoti di esplorare con flessibilità e comfort. Ecco alcuni consigli utili per assicurarti che l'esperienza di noleggio auto sia il più possibile piacevole e priva di intoppi.

  1. Scegliere il giusto fornitore: Opta per compagnie di noleggio auto con buone recensioni e trasparenti nelle condizioni di noleggio. Controlla le opzioni sia delle grandi catene internazionali che delle piccole aziende locali per confrontare i prezzi e trovare le offerte migliori.
  2. Documentazione necessaria: I conducenti italiani e di altri paesi europei possono guidare con la loro patente nazionale. Tuttavia, i turisti provenienti da fuori Europa dovrebbero ottenere una patente internazionale (International Drivers Licence), oltre a portare con sé la patente originale. Questo documento è spesso richiesto dalle compagnie di noleggio e può essere necessario in caso di controlli della polizia.
  3. Assicurazione adeguata: Assicurati che il noleggio includa una buona copertura assicurativa. La maggior parte delle tariffe di noleggio include l'assicurazione per danni a terzi, ma potresti considerare opzioni aggiuntive come la kasko, che copre danni al veicolo noleggiato.
  4. Controllo del veicolo: Prima di lasciare il parcheggio, controlla attentamente l'auto per eventuali danni preesistenti e assicurati che tutto venga documentato nel contratto di noleggio. Questo ti proteggerà da possibili reclami per danni che non hai causato.
  5. Norme stradali locali: Familiarizza con le norme stradali italiane. Ricorda che in Italia si guida a destra e l'uso del casco è obbligatorio per i motocicli. Presta attenzione alle ZTL (Zone a Traffico Limitato), aree urbane dove l'accesso ai veicoli non autorizzati è proibito o limitato a determinati orari.

 

Montemerano: il fascino nascosto

Nel cuore della Maremma Toscana, Montemerano è un borgo che incanta i visitatori con la sua straordinaria bellezza medievale e l’atmosfera di serena tranquillità. Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, Montemerano è il luogo perfetto per chi cerca un'esperienza autentica lontano dai circuiti turistici più battuti.

  1. Architettura Storica: Le strade di Montemerano sono un labirinto affascinante di pietra e storia. Camminando tra i suoi vicoli, ti troverai davanti a splendide facciate di case antiche, scalinate in pietra e piccole piazze che sembrano uscite da un dipinto. Il centro storico è dominato dalla Chiesa di San Giorgio, il cui campanile medievale si erge fiero tra le abitazioni.
  2. Cultura e Tradizioni: Montemerano mantiene vive le sue tradizioni con eventi e festività che celebrano sia la storia che la cultura locale. Tra queste, la Festa di San Giorgio è particolarmente sentita, offrendo ai visitatori l'opportunità di immergersi nelle leggende e nelle usanze del luogo.
  3. Gastronomia Locale: Non si può parlare di Montemerano senza menzionare la sua cucina. Il borgo è un vero paradiso per gli amanti del buon cibo, con trattorie e ristoranti che offrono piatti tipici toscani preparati con ingredienti freschi e locali. Da non perdere sono i Pici all'aglione, un tipo di pasta spessa servita con un sugo ricco di aglio e pomodoro.
  4. Punti Panoramici: Montemerano offre numerosi punti panoramici da cui ammirare la campagna circostante. Le mura medievali offrono viste spettacolari sulle colline ondulate della Maremma, ideali per chi desidera connettersi con la natura e scattare fotografie mozzafiato.
  5. Accessibilità in Auto: Grazie alla sua posizione, Montemerano è facilmente accessibile in auto, rendendolo una destinazione ideale per una gita di un giorno o come parte di un itinerario più ampio alla scoperta della Toscana. Il viaggio in auto permette anche di esplorare le aree circostanti, inclusi altri borghi minori e attrazioni naturalistiche.

Montemerano rappresenta un vero gioiello nascosto, un rifugio tranquillo che invita i suoi visitatori a rallentare e godere delle piccole gioie della vita toscana. La prossima tappa del nostro viaggio ci porterà a Pitigliano, un altro borgo toscano di grande interesse storico e culturale.

 

Pitigliano: la piccola Gerusalemme

Pitigliano si erge maestoso su un promontorio di tufo, offrendo uno scenario spettacolare che cattura l'attenzione fin dal primo sguardo. Conosciuto come la "Piccola Gerusalemme" per la storica presenza di una comunità ebraica che ha arricchito il borgo con la propria cultura e tradizioni, Pitigliano è una meta imperdibile per chi visita la Toscana.

  1. Il Quartiere Ebraico: Il cuore della storia ebraica di Pitigliano si trova nel suo antico ghetto, dove è possibile visitare la sinagoga restaurata, il forno per la produzione della matzah e i bagni rituali. Questo quartiere è un testimone silenzioso di una comunità fiorita, offrendo ai visitatori un'intima visione della vita ebraica nel borgo.
  2. Architettura in Tufo: Le case, le strade e le chiese di Pitigliano sono scolpite nel tufo, una roccia vulcanica che dà al borgo il suo caratteristico colore dorato al tramonto. Passeggiare per le strade di Pitigliano è come camminare attraverso un museo all'aperto, con ogni angolo che racconta storie di epoche passate.
  3. Vini e Prodotti Locali: La regione attorno a Pitigliano è rinomata per la produzione di vini di qualità, tra cui il Bianco di Pitigliano e il Sovana, che si possono degustare nelle numerose cantine e enoteche del borgo. I visitatori possono anche assaggiare altre specialità locali come l'olio d'oliva extra vergine e i formaggi pecorini, emblematici della gastronomia toscana.
  4. Percorsi Naturalistici: Intorno a Pitigliano si snodano numerosi sentieri che invitano a esplorazioni a piedi o in bicicletta. Questi percorsi offrono viste incantevoli sulle colline toscane e conducono a siti archeologici etruschi nascosti, offrendo una combinazione perfetta di natura e storia.
  5. Eventi Culturali e Festività: Pitigliano ospita vari eventi culturali e festività che celebrano sia la sua eredità ebraica che le tradizioni toscane. Il Settembre Pitiglianese è un evento di spicco che trasforma il borgo in un palcoscenico di festeggiamenti, con mostre, concerti e degustazioni di cibo e vino locali.

Pitigliano non è solo un luogo di straordinaria bellezza architettonica, ma anche un borgo che celebra la convivenza di diverse culture attraverso i secoli. La nostra prossima tappa ci porterà a Sovana, un altro incantevole borgo della Toscana, dove storia e natura si fondono in un'unica affascinante esperienza.

 

Sovana: tra archeologia e storia

Sovana è un piccolo borgo incastonato nel cuore della Maremma Toscana, famoso per il suo straordinario patrimonio archeologico e la conservazione impeccabile del suo ambiente medievale. Questo borgo offre una combinazione unica di fascino storico e bellezze naturali, rendendolo una meta ideale per gli appassionati di storia e natura.

  1. Siti Archeologici Etruschi: Sovana è celebre per le sue necropoli etrusche, che includono tombe monumentali scavate nella roccia come la Tomba Ildebranda, spesso considerata un capolavoro dell'arte funeraria etrusca. Questi antichi siti, immersi nel verde delle colline toscane, offrono una finestra sul passato remoto e sono un richiamo irresistibile per gli archeologi amatoriali e i curiosi.
  2. Il Duomo di Sovana: Al centro del borgo si erge il Duomo, un esempio magnifico di architettura romanica. Con la sua facciata semplice ma imponente e il suo interno riccamente decorato, il Duomo rappresenta un punto di riferimento spirituale e culturale per il borgo e attira visitatori da ogni parte del mondo.
  3. Passeggiate Storiche: Camminare per Sovana è come fare un viaggio indietro nel tempo. Le strade strette e acciottolate, bordate da edifici in pietra antica, conducono i visitatori attraverso secoli di storia. Ogni angolo del borgo offre pittoresche vedute e angoli nascosti, perfetti per la fotografia o per un momento di riflessione.
  4. Gastronomia Locale: La cucina di Sovana è profondamente radicata nelle tradizioni della terra. I piatti qui sono preparati con ingredienti locali di stagione, spesso raccolti direttamente dai campi circostanti. Non perdere l'opportunità di assaggiare il pecorino di Sovana, un formaggio di pecora che è un vero e proprio simbolo della gastronomia locale.
  5. Festival e Tradizioni: Sovana celebra la sua ricca storia anche attraverso festival e rievocazioni storiche che si svolgono durante l'anno. Questi eventi offrono ai visitatori un'occasione unica di immergersi nelle tradizioni del passato, partecipando a celebrazioni che rievocano antiche usanze e cerimonie.

Sovana non è solo un luogo dove ammirare resti del passato; è un borgo vivo, che invita i suoi visitatori a scoprire e sperimentare la continuità di una storia che si estende da millenni. La prossima sezione ci porterà a Capalbio, un altro incantevole borgo toscano, dove storia, arte e natura si fondono in un connubio indimenticabile.

 

Capalbio: l'ultimo baluardo della Maremma

Capalbio è un gioiello situato nell'estremo sud della Toscana, spesso descritto come l'ultimo baluardo della Maremma per la sua posizione strategica e la sua storia affascinante. Questo borgo medievale non solo offre viste mozzafiato sulla campagna circostante, ma è anche un luogo dove la storia e la cultura si intrecciano in modo suggestivo.

  1. Le Mura Medievale: Una delle caratteristiche più notevoli di Capalbio sono le sue antiche mura medievali, che circondano il borgo e offrono una passeggiata panoramica unica. Camminando lungo queste mura, i visitatori possono godere di viste spettacolari sulla campagna toscana e sul mare all'orizzonte, immagini che rimangono impresse nella memoria.
  2. Il Centro Storico: Il cuore di Capalbio è il suo centro storico, un dedalo di vicoli stretti e piazzette incantevoli. Le case in pietra, adornate con fiori e piante, conferiscono al borgo un'atmosfera di autenticità e calore. Non mancano piccole botteghe artigiane dove scoprire e acquistare prodotti locali unici.
  3. La Chiesa di San Nicola: Questa antica chiesa è uno dei simboli di Capalbio. Con origini che risalgono al XII secolo, la Chiesa di San Nicola è famosa per i suoi affreschi medievali, che raccontano storie di santi e scene bibliche con colori vivaci e dettagli straordinari.
  4. La Cultura e l'Arte: Capalbio è anche un centro di cultura e arte, ospitando ogni anno eventi e mostre che attraggono artisti e intellettuali da tutto il mondo. Il famoso Giardino dei Tarocchi, situato poco fuori dal centro, è un parco artistico ispirato alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi, creato dall'artista Niki de Saint Phalle.
  5. Gastronomia e Vini: La cucina di Capalbio riflette la ricchezza della terra maremmana con piatti robusti e saporiti. Qui, il cinghiale, la tagliata di manzo, e i tortelli maremmani sono solo alcuni dei piatti che si possono gustare, accompagnati da eccellenti vini locali, come il Morellino di Scansano.

Capalbio è una destinazione che offre una completa immersione nell'essenza della Toscana, con la sua combinazione di bellezze naturali, patrimonio storico e ricchezza culturale. La prossima e ultima tappa del nostro viaggio ci porterà a Volpaia, dove scopriremo come la passione per il vino e la storia si fondono in un paesaggio da sogno.

 

Volpaia: un borgo nel cuore del Chianti

Volpaia, incastonato nelle colline del Chianti tra Firenze e Siena, è un piccolo borgo che si distingue per il suo legame indissolubile con la produzione di vino e per il suo incantevole paesaggio rurale. Questo borgo medievale, costruito interamente in pietra, offre una visione autentica della Toscana vitivinicola, rendendolo una destinazione prediletta per gli amanti del buon vino.

  1. Vigneti e Cantinette: Volpaia è circondata da estesi vigneti che producono alcuni dei migliori vini Chianti Classico. Visitare le cantinette del borgo permette di scoprire il processo di vinificazione e di degustare vini pregiati direttamente alla fonte. Le degustazioni sono spesso accompagnate da panorami mozzafiato che solo la campagna toscana può offrire.
  2. Architettura Medievale Conservata: L'architettura del borgo è un esempio perfetto di conservazione medievale, con strade acciottolate e edifici storici che ospitano moderne cantine. Questa fusione tra antico e moderno dà a Volpaia un fascino particolare, offrendo ai visitatori una sensazione di ritorno nel tempo.
  3. La Chiesa di Sant'Eufrosino: Al centro del borgo si trova la Chiesa di Sant'Eufrosino, nominata per il santo patrono dei vinai. L'interno della chiesa è semplice ma elegante, con opere d'arte che raccontano la storia religiosa e culturale della regione.
  4. Escursioni e Natura: Oltre alla viticoltura, Volpaia offre numerose opportunità per escursioni a piedi o in bicicletta. I sentieri che si dipanano attraverso i vigneti e le foreste circostanti sono perfetti per chi cerca un contatto diretto con la natura e con il paesaggio toscano.
  5. Eventi Enogastronomici: Durante l'anno, Volpaia organizza eventi enogastronomici che celebrano il vino e la cucina locale. Questi eventi offrono l'opportunità di assaporare piatti tradizionali toscani, abbinati a ottimi vini, in un contesto di festa e condivisione.

Volpaia non è solo una tappa per gli appassionati di vino, ma una vera e propria esperienza culturale che intreccia storia, arte, e gastronomia in un unico, indimenticabile contesto toscano. Concludiamo ora il nostro viaggio attraverso i borghi della Toscana con una sezione di chiusura che riflette sui luoghi visitati e sugli infiniti tesori che questa regione ha da offrire.

 

Credits immagine di apertura: Wikipedia https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Panorama_da_Capalbio.JPG