Vacanza benessere: i centri termali in Toscana

La Toscana è una delle regioni italiane con il più alto numero di sorgenti termali. Tutto il territorio sembra ribollire di benefiche sorgenti, di fanghi, di vapori che donano salute al corpo e allo spirito. Dunque una vacanza benessere in Toscana è garantita da diverse località, aziende, terapie. Non rimane che fare una scelta, e per farla dovrete conoscere l’offerta che qui è davvero molto ampia.

I centri termali in Toscana si trovano prevalentemente in provincia di Siena, di Livorno e di Grosseto ma anche nelle altre province le sorgenti calde forniscono occasioni per una vacanza rilassante. Solo per nominare le terme più conosciute per ogni provincia, ricordiamo qui: Chianciano, Montepulciano, San Casciano, Petriolo e Bagni San Filippo (provincia di Siena); Acqua di Pillo (Firenze); Villa Undulna (Massa-Carrara); San Giuliano (Pisa); Bagni di Lucca (Lucca); Montecatini e Monsummano (Pistoia); San Giovanni dell’Elba (Livorno); Terme di Saturnia (Grosseto).

I centri termali che tutti conoscono

Nella popolarità nazionale e internazionale, alcuni di questi centri termali toscani sono famosi e amati ma, in tutti casi, le acque termali di questa regione sono piuttosto apprezzate. Montecatini Terme è il nome forse più radicato nella mente degli italiani. Usufruisce di decine di stabilimenti e sorgenti che, dopo un periodo di abbandono durante la seconda metà del XIX secolo, sono stati recuperati e hanno fatto la storia. Tra le fonti di Montecatini, le più famose sono quelle del Tettuccio, le Leopoldine e le terme dell’Hotel Excelsior che forniscono cure per la pelle, le patologie delle ossa e dei muscoli, problemi respiratori e intestinali.

Un altro stabilimento famoso è Chianciano, di cui parleremo più approfonditamente insieme alle altre terme di Siena. Ma sono altrettanto noti e apprezzati i Bagni di Lucca, ottimi per combattere problemi reumatici, vascolari e respiratori. Utilizzate fin dai tempi dei Romani, queste terme hanno sede sia in una antica villa rinascimentale che in alcune grotte naturali. In provincia di Firenze, Acqua di Pillo è una rara “sorgente ad acqua fredda” perché non supera mai i 15° di temperatura. Le sue proprietà benefiche sono tuttavia famose specialmente nel mondo dello sport: personaggi mitici come Bartali bevevano quest’acqua regolarmente.

La vacanza benessere perfetta è sull’Isola d’Elba. Mare, sole, relax e le terme di San Giovanni: lo stabilimento esiste dal 1963 e fornisce cure come fanghi, massaggi, inalazioni, ottimi per la pelle, le ossa e i problemi respiratori. Le terme più spettacolari della Toscana sono forse le Fonti di Saturnia. Oltre ad essere il parco termale più grande d’Italia, con le acque che sgorgano già a 37,5 gradi centigradi consente di fare bagni rilassanti in ogni stagione, anche all’aria aperta! Sono famose, infatti, per le “piscine a cascata” che si trovano nella località Mulino e anche a Gorello. L’acqua calda forma vere e proprie pozze naturali, dalle quali poi discende ancora in numerose cascatelle. Ottime per la salute di ossa e muscoli.

terme saturnia

Le terme di Siena

La provincia di Siena gode di numerose fonti termali, alcune molto famose, ma tutte sicuramente di altissima qualità. Montepulciano è la meta d’obbligo per rimettere in sesto l’apparato respiratorio. Le sorgenti ricche di zolfo e bromo agiscono sia come acque che come vapori sul benessere polmonare e su quello di muscoli e scheletro, rappresentando delle vere e proprie cure termali.

Bagni San Filippo, famose per la cascata “della Balena Bianca” – una roccia erosa dall’acqua calda che scende a cascata nelle pozze sottostanti – sono un toccasana per il fisico grazie all’azione delle sorgenti sul benessere di tutto il corpo. Le acque più calde di Toscana si trovano ancora qui, in provincia di Siena, alle fonti di Petriolo: enormi piscine a cielo aperto dentro cui l’acqua si mantiene a 43° tutto l’anno. Bellezza e benefici si uniscono alle Terme di San Casciano, con 42 fonti calde, di cui diverse a ingresso libero, contornate da un delizioso borgo medievale.

Chianciano e le sue terme sensoriali

Città termale da sempre, utilizzata da Etruschi e Romani per le sue fonti calde, Chianciano oggi è uno dei centri termali più belli e attivi d’Italia. Molto ben organizzato per l’accoglienza ai turisti, con alberghi di alta qualità e locali ottimi anche per le famiglie, Chianciano e le sue terme offrono numerosi stabilimenti e bagni curativi. Si possono curare qui: problemi del metabolismo, della pelle, problemi respiratori, ossei e vascolari.

Le terme di Chianciano comprendono: le fonti di Pietraporciana, le fonti di Acqua Santa, Parco Fucoli, Parco Sant’Elena, Piscina Theia. Alcuni dei percorsi naturali, che sfruttano ugualmente fanghi, vapori e sorgenti associati a massaggi e a condizioni meditative e di relax, formano gli itinerari delle Terme Sensoriali. Chi ne usufruisce, oltre a ricevere una cura approfondita del corpo, ricava un benessere mentale che ridona energia e aiuta a ricominciare la vita di tutti i giorni dopo la vacanza. Degustazioni, musica, cromoterapia e aromaterapia, insieme ai vantaggi termali fanno in modo che la cura e la soddisfazione di chi sceglie questo luogo sia completa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi