Devo viaggiare in aereo: quale mascherina metto?

Le mascherine FFP2 sono le più indicate da indossare durante un viaggio in aereo: scopriamo il perché conoscendo le loro caratteristiche.

La pandemia da coronavirus non può ancora dirsi conclusa, ma forse in Italia il peggio è alle spalle. Pian piano abbiamo recuperato la normalità che temevamo di aver perso per sempre, e così anche questa estate abbiamo ricominciato a viaggiare. Rispettando, in ogni caso, delle regole specifiche: e cioè ricordandosi di lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o di igienizzarle con una soluzione alcolica, rispettando il cosiddetto distanziamento sociale in tutti i contesti in cui è possibile farlo e, soprattutto, continuando a mettere la mascherina.

La mascherina per i vaccinati

La mascherina deve essere indossata anche da chi si è vaccinato. Come noto, infatti, il vaccino non garantisce il 100% di probabilità di restare immuni rispetto a un potenziale contagio, anche se di sicuro garantisce una barriera importante contro il coronavirus. Indossare la mascherina è importante, ma ancora più importante è indossarla in maniera corretta, scegliendo il modello dotato della migliore efficacia filtrante. Sono tre le principali tipologie di mascherine che si possono trovare sul mercato in questo momento: quelle chirurgiche, quelle di stoffa e le FFP2.

Alla ricerca della mascherina più efficace

Se si indossa una mascherina chirurgica si rischia di essere contagiati più di quanto non si rischi di contagiare. Non è un caso che tali mascherine siano definite comunitarie, visto che la loro capacità di filtraggio è orientata principalmente verso l’esterno. Le mascherine di stoffa, invece, non sono consigliate, specialmente se si è in procinto di viaggiare in aereo: per quanto possano essere belle da vedere e alla moda, non riescono ad assicurare un livello di protezione elevato contro i famigerati droplets, e per di più non sono ammesse in vari Paesi, tra i quali la Germania. In buona sostanza, le mascherine da privilegiare sono le FFP2.

Perché le FFP2 sono le mascherine migliori

Nei luoghi ritenuti a rischio e negli ambienti affollati la mascherina FFP2 è la migliore da indossare. In aereo, quindi, ci vuole una mascherina di questo tipo: il suo potere filtrante è decisamente elevato, di oltre il 90%. Il prezzo di una mascherina FFP2 è al massimo di 1 euro e 50 centesimi; va ricordato, comunque, che si tratta di un dispositivo di protezione usa e getta, nel senso che può essere utilizzato al massimo per 8 ore di seguito perché poi perde la propria efficacia.

Come indossare la mascherina

La mascherina deve essere indossata in modo che copra sia il naso che la bocca: le FFP2 hanno una conformazione tale da garantire un utilizzo corretto, a differenza di quelle chirurgiche che spesso vengono tenute sotto il naso. Ma un comportamento simile ha poco senso, perché non coprendo il naso resta alta la probabilità di contagiare gli altri se si è positivi o di farsi contagiare da qualcuno infetto. Quindi, via libera alle FFP2 in aereo, ma anche in treno o in metro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi